Game Of Thrones – Finale di stagione DA URLO!

game-of-thrones-1349

Ciao a tutti! Il momento che tanto aspettavamo e temevamo è arrivato: anche quest’anno Game Of Thrones è finito! 🙁 Dopo l’episodio sulla battaglia per il nord temevo che la finale sarebbe stata un po’ sottotono, e invece sono rimasta piacevolmente stupita! Sono stati sessanta minuti carichi di tensione, di emozioni contrastanti e di commozione.

L’episodio inizia con il processo di Loras e Cersei. La situazione sembra tranquilla, ma i nostri sospetti vengono subito alimentati dalla stupenda colonna sonora in sottofondo, un crescendo musicale che suggerisce l’avvento di qualcosa di grande, qualcosa che molti di noi si aspettavano (click qui per leggere l’articolo sulle visioni di Bran che hanno anticipato l’esito dell’episodio). Ebbene sì, quello che abbiamo visto nelle visioni di Bran nell’episodio sei si è avverato: Cersei ha usato l’Altofuoco per fare esplodere i sotterranei di Approdo Del Re e con essi il Grande Tempio di Baelor, dove si sta tenendo il processo. Tutto questo dopo essersi rifugiata nella Fortezza Rossa insieme a Tommen, portato con la forza dalla Montagna. E come se non fosse abbastanza uccidere i Tyrell, l’Alto Passero e tutti i suoi seguaci,  vediamo Cersei vendicarsi su Septa Unella portandola con lei alla fortezza e lasciandola nelle mani della Montagna, promettendole una morte lenta e dolorosa e uscendo di scena con un gelido “Shame!”. Nonostante il personaggio di Cersei non mi sia mai andato a genio, devo ammettere di aver provato un po’ di soddisfazione nel guardare questa scena. 🙂 In seguito a questa vittoria però, vediamo Tommen buttarsi dalla finestra della Fortezza Rossa senza dire neanche una parola, sconvolto dalla freddezza con cui sua madre ha sterminato l’intera Approdo del Re mettendo in atto il piano che il  Re Folle non era riuscito a portare a fine.

Spostandoci a Grande Inverno, troviamo un Ser Davos disperato e infuriato, al punto da implorare Jon Snow di condannare a morte Melisandre per aver ucciso la piccola Shireen. Contro ogni aspettativa,

Jon decide di bandirla per sempre dal Nord, con la promessa di ucciderla se per caso dovesse tornare. Sarà stata una buona idea considerando che è solo grazie a lei se gli Stark sono riusciti a riprendere Grande Inverno?

Ma andiamo avanti. Nella prima metà dell’episodio era già successo tutto questo e non sapevo cosa aspettarmi dai restanti trenta minuti. La puntata procede con uno scambio parecchio ostile tra Walder Frey e Jamie Lannister, durante il quale vediamo una ragazza fissare con insistenza i due. Più tardi scopriremo che si tratta di Arya, ormai capace di cambiare volto a suo piacimento, arrivata direttamente da Braavos per vendicare finalmente la sua famiglia. Ed è così che vediamo morire questo personaggio tanto odiato: con la gola tagliata e nella stessa stanza dove era avvenuto il massacro delle Nozze Di Sangue. Un’altra soddisfazione impagabile che questo episodio ci ha regalato! Dopo aver visto la reazione di Jaqen H’ghar alla ribellione di Arya (“una ragazza è Arya Stark di Grande Inverno, e sto andando a casa!”) avevo avuto il sospetto che il suo piano fosse sempre stato quello di renderla più forte proprio per adempiere al suo scopo di vendicare la sua famiglia. Ora, dopo aver visto la piccola Arya mettere in atto la sua vendetta e riuscire proprio grazie agli insegnamenti di Jaqen, non ci sono più dubbi! Il suo sorriso compiaciuto e il fatto che Arya sia ancora viva nonostante la sua faccia fosse stata promessa al Dio dei Mille Volti confermano questa teoria.

arya_walder

Nel frattempo, vediamo Daenerys godersi finalmente la pace. Dopo aver rifiutato Daario Naharis affidandogli il compito di rimanere a Meeren, la nostra Madre dei Draghi decide di rimanere al fianco di Tyrion, nominandolo primo cavaliere della Regina e rendendolo finalmente fiero di se stesso. La scena è molto emozionante. Sembra che in pochissimo tempo Tyrion sia riuscito a guadagnarsi la fiducia e la stima di Daenerys, diventando in questo modo il suo consigliere e il suo confidente.

daenerys_tyrion

Siamo quasi alla fine dell’episodio. Benjen abbandona Meera e Bran, promettendo di combattere al fianco dei vivi, quando la guerra contro i morti avrà inizio. Bran è finalmente pronto ad accettare il suo destino di Corvo a Tre Occhi. Lo vediamo toccare l’albero per avere una visione. Subito ritorna dal giovane Ned Stark, in una visione che l’ex Corvo A Tre Occhi gli aveva impedito di continuare. In seguito al combattimento, il giovane Ned sale in coma a una torre, dove troviamo sua sorella Lyanna in punto di morte in seguito al parto. La giovane Stark fa promettere a Ned di prendersi cura di quello che scopriamo essere il piccolo Jon Snow. E qui, la teoria che gira in internet da tanti tanti anni diventa reale! Sappiamo dai libri che Lyanna era stata rapita e violentata da Rhaegar Targaryen, fratello maggiore di Daenerys rimasto ucciso durante la ribellione di Robert Baratheon. Il padre di Jon quindi potrebbe non essere Ned Stark, bensì un Targaryen! Forse Ned aveva mentito riguardo al tradimento di sua moglie perchè fingere che Jon fosse suo figlio era l’unico modo per proteggerlo e mantenere la promessa fatta a sua sorella. Se tutto questo fosse vero, cambierebbe tutto e Daenerys non sarebbe l’ultima Targaryen rimasta. Cosa farà Bran, una volta appresa questa sconvolgente verità? La terrà per sè o la rivelerà al mondo cambiandone completamente le sorti?

L’episodio si conclude con una panoramica su ogni personaggio. Jon è finalmente riconosciuto come Re del Nord. Cersei ritorna a essere regina di Approdo del Re… (Regina Folle, oserei dire). E dulcis in fundo, l’enorme flotta di Daenerys si dirige verso Westeros con Theon, Yara, l’esercito dei Dothraki e i suoi draghi.

flotta_daenerys

Quest’ultimo episodio ci ha lasciati con tantissime domande, e per avere delle risposte non possiamo fare altro che aspettare. Girano voci sul fatto che la prossima stagione possa essere l’ultima, e che sarà composta da soli sette episodi. Speriamo vivamente di no, anche se per come stanno andando le cose, sembra che ogni personaggio sia molto vicino a compiere il suo destino. 🙂