Better Call Saul: il possibile ritorno di Bryan Cranston?

Pochi giorni fa, il bravissimo attore Bryan Cranston – il celebre Walter White di Breaking Bad – è stato intervistato al “The Rich Eisen Show”, un programma televisivo americano.

Il conduttore, dapprima gli ha chiesto se gli mancasse recitare in Breaking Bad, e poi se per caso non ci fosse la possibilità di tornare a interpretare la parte del famoso chimico anche nella serie prequel Better Call Saul, in questi giorni in produzione per la terza stagione.

La risposta di Cranston, visibile nel video qua sotto, è stata alquanto chiara!

Devo moltissimo a Vince (Gilligan, il creatore di Breaking Bad e di Better Call Saul, ndr), è grazie a lui se ho avuto quel ruolo. Venivo da 7 anni di Malcom in The Middle, dove interpretavo questo papà un po’ stupido, e lui invece decise: ‘è lui l’uomo giusto’. […] Per cui se dovessero venire a chiedermi ‘Abbiamo un’idea, vorremmo che tu…’ – direi ‘Sì’ ancor prima che finissero la frase.

Cranston quindi sarebbe più che lieto di riprendere i panni di Walter White, e sono sicuro che anche a tutti i fans piacerebbe rivederlo anche solo per un breve scorcio nella sua vita prima di diventare il futuro boss della droga che tutti abbiamo imparato a conoscere.

L’attore ha inoltre dichiarato che è ancora indeciso se essere il regista di uno degli episodi della prossima serie; infatti, ha detto di essere un fan accanito di Better Call Saul, e come tale addirittura non vorrebbe avere nessuna anticipazione sul proseguimento dello show.

Sta di fatto che la terza stagione della serie scritta da Vince Gilligan e Peter Gold tornerà col prossimo anno, e con essa potremo forse avere un episodio diretto da Cranston e chissà – forse anche un piccolo ritorno sulle scene di Walter White!

Il Prof Walter White
Il Prof Walter White

 

 

 

Game Of Thrones, le ultime due Stagioni in arrivo nel 2017 e 2018?

Il compianto Ned Stark seduto sul Trono Di Spade
Il compianto Ned Stark seduto sul Trono Di Spade

E’ finita da poche ore l’epica sesta stagione della serie più seguita degli ultimi anni, Game Of Thrones, e già si comincia a parlare delle prossime attesissime stagioni future.

Stagioni, sì, al plurale, poiché sembra proprio che la produzione milionaria della serie abbia deciso di concludere la storia in 13 episodi, che però verranno spezzati in due stagioni. Sette episodi nel 2017 per la settima stagione (ridondanza di 7, capriccio dei producers?) e i restanti sei episodi nel 2018 per l’ottava e conclusiva stagione.

Pare infatti che i due showrunner della saga, David Benioff e D.B. Weiss abbiano detto in un’intervista esclusiva a Variety (LINK) che stanno cercando di accorpare tutto quanto c’è ancora da raccontare per poterlo vedere in 13 episodi, commentando questa scelta come la più ragionevole per permettere alla produzione di avere più tempo a disposizione per girare ogni singolo episodio. Ricordiamo infatti che la fortunata serie è una delle più colossali mai girate, in termini di costi di personale, location e attrezzature. Obiettivamente, girare più a lungo ogni puntata dovrebbe garantire un’ancora più elevata qualità nel prodotto finale, cosa più che mai auspicabile visto l’approssimarsi della fine.

Sono tantissimi i membri della crew che lavorano per ogni episodio - qui vediamo Arya in acqua
Sono tantissimi i membri della crew che lavorano per ogni episodio – qui vediamo Arya in acqua

La notizia comunque sarebbe da prendere ancora con le famigerate pinze, poiché proprio in questi giorni gli autori e i produttori stanno cercando di capire come sviluppare trama e piani di produzione per gli anni a venire. Il presidente di HBO Micheal Lombardo si è detto potenzialmente d’accordo con i tempi previsti dagli showrunners, ma da dirigente televisivo e da fan, ha detto, non gli dispiacerebbe vedere la serie continuare per altri sei anni.

Continue reading “Game Of Thrones, le ultime due Stagioni in arrivo nel 2017 e 2018?”

Game Of Thrones SPOILER: Intervista tradotta al bastardo Ramsay (Iwan Rehon)

Actor-Iwan-Rheon-playing-Ramsay-Bolton-on-the-HBO-series-Game-of-Thrones-Screenshot-800x430

Ciao a tutti! Il sito Watching Game of Thrones ha pubblicato una bella intervista al bravissimo Iwan Rehon, che nella serie recita nella parte del Bastardo Ramsay Bolton. Ve la proponiamo qui tradotta in italiano. Sentite che ha da dire!

OVVIAMENTE SONO PRESENTI SPOILER in quantità industriali! Meglio aver visto quindi l’ultimo episodio 6×9 prima di continuare a leggere! 🙂

HBO: Cos’hai pensato quando hai letto per la prima volta la storyline di Ramsay per questa stagione?

Iwan Rehon: Ho pensato che fosse un buon arco narrativo. In termini di continuità della storia generale di Game Of Thrones, penso sia giusto che Jon Snow vinca e che Winterfell ritorni finalmente agli Starks. E’ un peccato che io me ne vada, ma si è conclusa bene.

HBO: Che cosa significava Grande Inverno per Ramsay?

IR: E’ ciò che ha voluto tutta la sua vita – essere riconosciuto come un legittimo erede. E’ una cosa che condivide con Jon Snow. Lui ha avuto un senso nel mondo; non è più solo un bastardo. Questo, e il conferimento di potere che gli ha dato conquistare Grande Inverno, è ciò che lui ha sempre desiderato ardentemente.

HBO: Pensi che Ramsay avesse un obiettivo generale più ampio?

IR: Aveva un piano generale, ma lo cambiava sempre. Persino uccidere suo padre è stato dettato dall’istinto. Ovviamente, aveva pensato che l’idea di un erede maschio legittimo sarebbe stato un problema, ma ha reagito sul momento. Governare Grande Inverno è stato il suo apice. Penso che realisticamente più in là di così non poteva spingersi: Guardiano del Nord. E c’è riuscito piuttosto agevolmente, se pensiamo che un paio di stagioni fa era in un sotterraneo con Reek.

HBO: Desideravi avere ancora una scena con Theon?

IR: E’ stata una stagione molto strana senza fare scene con Alfie (Allen, che interpreta Theon), perché siamo stati sempre insieme. Sarebbe stato bello vederlo un’ultima volta, ma purtroppo il viaggio di Theon è andato in una direzione diversa.

HBO: L’anno scorso dicesti di volere una scena con Jon: speravi che fosse quella della battaglia?

IR: Sì, sono stato molto felice di farla. Ci sono delle interessanti dinamiche tra di loro, perché sono le antitesi l’uno dell’altro. Due mondi che collidono.

HBO: Qual è il tuo momento preferito dell’episodio?

IR: La scena del dialogo a cavallo tra Ramsay e Jon. E’ una scena scritta divinamente. E’ stato bello essere in sella ai cavalli in quel campo; una scena stupenda da girare.

HBO: Ramsay sembra divertirsi molto in quella scena; stava prendendo le minacce seriamente?

IR: No, non le sta prendendo sul serio per niente. Lui sa di avere Grande Inverno e un esercito molto più grosso, e quindi cerca solo di irritare Jon Snow. Ha tutta la situazione in suo potere.

Ramsaysheepish

HBO: Che cosa pensa quando Sansa gli dice che lui morirà?

IR: Rimane un po’ spiazzato perché si sta godendo la sua superiorità e lei lo colpisce proprio quando è più sicuro. Nella sua testa, lui è questa potente figura che la sovrasta, ma ora che lei è libera, può vedere la sua forza. E’ abbastanza impressionato. Ramsay adora essere al comando, ma gli piace quando le persone gli si oppongono. Sta pensando, “oh, le è rimastato un po’ di spirito!”.

HBO: Com’è stato girare la battaglia?

IR: E’ stata una scena gigantesca da girare, molto divertente. Ma la maggior parte della battaglia per me è stata stare sul cavallo non molto sicuro di cosa stessi guardando, perché è stato girato tutto separatamente. E’ stato emozionante essere sul set con tutti quei meravigliosi attori – i rispettivi eserciti – sembrava di essere in guerra. Tra una ripresa e l’altra c’era un gruppo di ragazzi stesi per terra con le loro spade, le loro armature e scudi, che usavano gli elmetti come cuscini. E’ stata un’esperienza proprio surreale.

HBO: Quando Ramsay si ritira verso Grande Inverno pensa di avere perso?

IR: E’ più irritato dal fatto che il suo meraviglioso piano non ha funzionato. Ma anche in quel momento, è così arrogante che crede che tutto si sistemerà. Ripone un’enorme fiducia in sè stesso. Quando il portone comincia a cedere, inizia a realizzare, “Bene, è finita, ma me ne andrò nel modo che decido io”. Quando tira frecce a Jon Snow, sa che sta per morire, ma non gli importa molto.

HBO: Sei bravo con arco e frecce?

IR: Non sono male, ho fatto un po’ di lezioni, ma non così bravo come Ramsay.

HBO: Nel nostro video commentato dal cast, hai detto di aver preso un po’ di pugni qualche volta.

IR: E’ vero, sì. Pochi leggeri colpi. Per come la vedo io, se non vieni colpito almeno un paio di volte durante la scena, non la stai facendo correttamente.

HBO: Ramsay rimane colpito quando Sansa gli dice che lui “svanirà”?

IR: Non credo che stia davvero comprendendo che la gente smetterà di parlare di lui per sempre. Nella sua testa, lui ha posto un marchio su di lei.

HBO: E’ quello che intende, quando le dice “Non puoi uccidermi, ormai sono parte di te”?

IR: Sì, è davvero perverso, ma credo che abbia ragione. Lui l’ha spezzata in una maniera molto pesante, ma per fortuna, lei ha ritrovato la sua forza. E’ bello avere un altro forte personaggio femminile nello show.

HBO: Ti è sembrata una morte appropriata?

IR: Parla sempre dei suoi cani, quindi penso che il destino gli abbia riservato un po’ di senso dell’umorismo. E’ una giusta, raccapricciante, orribile fine per un orribile personaggio. Mi piace sapere che non è morto nel sonno o qualcosa di simile – se ne va con il botto.

BOTTA E RISPOSTA:

HBO: Se fossi il Re, chi sceglieresti come Primo Cavaliere?

IR: Be’, penso che Ramsay amerebbe riavere Reek come suo Primo Cavaliere. Se invece io fossi il Re vorrei avere Jon Snow; è un uomo d’onore.

HBO: Se potessi possedere e controllare un personaggio, chi sceglieresti?

IR: Drogon.

HBO: Scegli il tuo super-cattivo di GoT: Ramsay, Joffrey, o il Re della Notte?

IR: Ramsay è abbastanza quotato, ma credo che il Re Della Notte debba essere il super-cattivo.

Un personaggio bastardissimo che sicuramente mancherà nei prossimi episodi e nel prosieguo della storia. Personalmente, avrei inflitto a quel bastardo ancora un po’ di pestaggi selvaggi, prima di farlo sbranare dai suoi cani – idea che comunque è veramente pregevole e perfetta per un personaggio così odioso e pomposo. Addio Ramsay, è stato un piacere!

35235235235

 

 

 

Game Of Thrones – SPOILER – Considerazioni Episodio 6×8 “No One” del 12 giugno

L’ottavo episodio di Game Of Thrones, si presenta ancora una volta colmo di sorprese e punti forti, tra ritorni graditi e incontri fausti (o no?). Ma andiamo con ordine. Ovviamente non procedete nella lettura se non avete ancora visto l’episodio in quanto l’articolo è FORTEMENTE CARICO DI SPOILERS!

 

Cersei e la Montagna
Qyburn sullo sfondo, Cersei e The Zombie Mountain.

Ad Approdo del Re (King’s Landing in lingua originale), vediamo Cersei alle prese col Credo Militante, che con una piccola squadra capitanata proprio dal cugino Lancel Lannister, le intima di raggiungere l’Alto Passero al Tempio di Baelor.

Continue reading “Game Of Thrones – SPOILER – Considerazioni Episodio 6×8 “No One” del 12 giugno”