Community – Episode 23 LOST-themed

community-02

Hi everyone! Since I started and finished Stranger Things, I decided to start watching a new tv show, a completly different one: Community. It’s a really funny  and amusing show with a lot of really nice characters and with a kind of humor I really enjoy.

Last night, after the first 22 episodes i started watching episode 23, “Modern Warfare“. In case you don’t know, my favorite tv show is LOST. It will always be LOST. I’ve watched and rewatched it a huge amount of times and I know every single line or scene by heart. So last night i was really surprised when i found a Community episode full of LOST references! Also, who wrote this episode seems to love it and know it as much as i do: the references i found were put there by a real big fan of the show ‘cause they’re not predictable at all (and they’re quite funny, in my opinion).

STOP READING if you haven’t finished watching LOST.

Here’s what i found:

  1. The episode is the 23th one. L’episodio è il numero 23. As we all Losties know, this is one of the “cursed” numbers that brought our beloved Hurley on the island and also Jack’s number (and a lot of other things…)
  2. At the beginning of the episode Jeff wakes up in his car and what he sees around him is a real mess.
  3. In this very scene our friends from Community are in the middle of a paintball fight and you can clearly hear one of our amazing Lost’s themes from the show by Michael Giacchino. 😆
    Community_LOST
  4. This made me smile a lot. In this scene Shirley gets hit during the paintball game and she collapes on the floor. Britta gets close to her and… Does this image remind you of something? 😉
    community_lost_
    jack-lost-the-end1737-1
  5. For no reason at all, Shirley starts reciting the 23, just like Mr Eko during Yemi’s funeral on the island.
    community_
  6. Jeff is hurt and he starts bleeding from the exact same spot as Jack after his appencitis operation.
    community_lost2
    lost9
  7. And obviously Britta helps him mend his wound. 😆
    community_2
  8. Also, we hear the sentence “The Others are coming” A LOT.

That’s all.. for now. 🙂  Did you guys notice something new? Let me know in the comments!

The Leftovers – Season three premiers in 2017

THR_Leftover_Set_Visit_leftoverslg106lgedt-2

Hi everyone! The official news is finally out: the final season of the show will air in 2017 and, unlike the two other seasons, it will be composed by just eight episodes. Damon and the cast are currenlty filming the last episodes of the series. In an essay for The Hollywood Reporter, showrunner Lindelof recently addressed the show’s impending finale. “More than anything else, I want to approach the ending of The Leftovers with confidence. Even if we fall flat on our faces and everybody hates it, it’s better than hedging or trying to be all things to all people or saying we’re going to be one thing and then at the last minute basically cut bait and be another thing,” he wrote. “People want consistency in the storytelling.”

And i can’t agree more with him! I’m 100% sure he’ll make another little masterpiece, just like he did with LOST.  And, between us… was it really such a negative thing that not everyone liked it? 🙂

The Leftovers – La terza serie uscirà nel 2017

THR_Leftover_Set_Visit_leftoverslg106lgedt-2

Ciao a tutti! E’ uscita finalmente la notizia ufficiale: la terza serie di The Leftovers purtroppo non uscirà a Ottobre come gli scorsi anni, bensì nel 2017, e sarà composta da otto puntate. Damon e il cast stanno finendo proprio ora di girare gli ultimi episodi della serie. In un’intervista per  The Hollywood Reporter, Damon Lindelof ha accennato qualche parola riguardo al finale: “Più di ogni altra cosa, voglio che il finale dello show venga creato con sicurezza. Anche se cadremo direttamente sulla nostra faccia e tutti lo odieranno sarà comunque meglio di aver provato a fare qualcosa per soddisfare le richieste di tutti“.

E io non potrei essere più d’accordo! Non so voi, ma io personalmente non ho alcun timore riguardo al finale.. Sono sicura che Damon riuscirà a fare un altro grande capolavoro come ha fatto con LOST.. E detto tra noi.. è una cosa così negativa il fatto che non sia piaciuto proprio a tutti? 🙂

The Leftovers – Lindelof, Theroux and Leder on Karaoke scene!

karaoke_garvey

Hi guys! Here’s a very funny interview I found on Indiewire.com to Justin Theroux, Damon Lindelof and Mimi Leder about the magical karaoke scene on the season two finale.

One of the things I’m most proud of is the sequence with Kevin Garvey singing “Homeward Bound.” — Mimi Leder

The karaoke scene was probably the most deeply uncomfortable scene I had to shoot.” — Justin Theroux

If you try to explain to someone, ‘Here’s what happened in the finale of “The Leftovers,”‘ you sound insane.” — Damon Lindelof

The second season of Damon Lindelof and Tom Perrotta’s magnificent exploration of belief, faith and family included its fair share of bold moments. Its opening sequence tracked a cave woman giving birth in rural Texas. Its first episode barely featured its main stars, shifting instead to a whole new family in a brand new location. And then came “International Assassin,” the season’s eighth episode that tracked Kevin Garvey (Justin Theroux) into the afterlife; an afterlife set in a hotel where he donned a suit, became an assassin and had to kill his nemesis in order to get back to the real world.

But as ambitious as all those moments were, one pivotal scene in the finale was so bonkers it defied logic on almost every level. Kevin, who died again in the Season 2 finale, again found himself in the hotel, only this time he had a fresh challenge in front of him in order to return home: He had to sing a song.

Sounds simple, doesn’t it? And yet the courage it took, as every key player explained to IndieWire, to create and craft the scene itself speaks to a courage unique to television. It’s only in hearing how each piece came together that one can truly admire the crowning achievement of Season 2 — and the best scene of the 2015-2016 TV season. Much like the scene itself, you have to hear it to believe it. So here we go:

  • The Concept: “Explain your logic.”
    Damon Lindelof: We knew in Episode 7, before “International Assassin,” that we were going to send him back. Before he drinks the poison, he goes to the firehouse to get some bolt-cutters to get the handcuff off and ends up getting his handprint taken by John Murphy. And as soon as we did that, we knew there was going to be a real consequence to John getting Kevin’s handprint — it’s going to match. And we also knew Kevin’s going to drink poison at the end of Episode 7, and he’s going to be dead and then he’s going to be reborn again. But when he comes back to life, he’s still going to have to contend with the fact that his handprint matched. And so, what’s the consequence for the handprint matching?

Continue reading “The Leftovers – Lindelof, Theroux and Leder on Karaoke scene!”

The Leftovers TEORIE – Kevin è un Colpevole Sopravvissuto?

ct-the-leftovers-kevin-garvey-20151122

Ciao a tutti! Oggi voglio presentare una mia teoria riguardo al personaggio di Kevin Garvey, protagonista di The Leftovers. Ho guardato e riguardato entrambe le serie più volte e il mio sospetto (e al contempo timore) si è fatto sempre più forte: e se Kevin fosse uno dei Colpevoli Sopravvissuti?

Pensiamoci bene. Di lui e della sua storia non sappiamo molto. I primi indizi riguardo al suo personaggio ci vengono dati a mio avviso nella nona puntata della prima serie, The Garveys at their best (in italiano “Le cose non dette“). In quest’episodio ci viene mostrata la famiglia Garvey nei due giorni precedenti all’Improvvisa Dipartita. La cosa strepitosa di quest’episodio, uno dei migliori secondo me, è che abbiamo la possiblità di vedere come fosse il mondo prima che andasse in pezzi. Certo, come nella vita reale anche nella famiglia Garvey ognuno ha i suoi problemi, ma tutto sommato l’atmosfera che si respira durante l’episodio è quella di benessere e felicità. Tom ha i suoi problemi con il padre naturale, ma frequenta il college e si diverte con la sua famiglia. Jill è presa dai suoi progetti scolastici e si gode la sua vita da sedicenne. K.G., il padre di Kevin, ha il suo lavoro ed è soddisfatto della sua vita, infatti durante la sua festa di compleanno spiega a suo figlio che la vita è fatta da famiglia, amici e lavoro, e che non bisogna per forza desiderare di avere uno scopo più grande o diverso da quello di essere un buon padre, un buon marito e un bravo poliziotto. Tutti sono felici e spensierati, ma non Kevin. A lui non basta quello che ha, vorrebbe qualcosa di più. Kevin è l’unico personaggio a essere tormentato da prima dell’Improvvisa Dipartita.

Quello che succede in seguito al 14 ottobre è una scissione interiore del personaggio. Lo vediamo compiere azioni di cui non ricorda nulla, fare scenate in pubblico per motivi futili e perdere la testa molto facilmente.

In una delle prime puntate, lo vediamo impazzire nel tentativo di smontare il fornetto del suo ufficio perchè “i suoi bagel sono spariti nel nulla”. Lo vediamo svegliarsi nel cuore della notte senza sapere dove ha passato le ultime ore e con un morso umano sulla mano. Lo troviamo addormentato in macchina continuamente, come se avesse perso completamente la testa e non avesse più il controllo della persona che sta diventando.

La mia teoria è che Kevin Garvey, dal momento della Dipartita, abbia sviluppato una seconda identità, della quale purtroppo non è consapevole, che emerge con il sonnambulismo. E questa seconda identità è un membro dei Colpevoli Sopravvissuti. Questa convinzione è nata in me dopo aver guardato l’episodio International Assassin ed è diventata sempre più forte riguardando l’intera serie da capo cercando di capire se fosse possibile. E purtroppo è possibile per un grande numero di motivi. Procediamo con ordine.

PRIMA SERIE:

  1. Dean, l’uomo misterioso che spara ai cani, conferma più volte nel corso della prima serie di non conoscere affatto la persona che Kevin è da sveglio. Già nel primo episodio, alla bizzarra domanda di Kevin “sono sveglio?” Dean risponde con un ancora più bizzarro “Adesso lo sei sicuramente”.

    Quest’affermazione sembra suggerire già da subito che Kevin abbia passato un po’ di tempo con questo strano individuo, che sembra conoscerlo più di quanto Kevin non conosca lui. Nell’ottavo episodio, Cairo, la situazione si fa ancora più bizzarra. Questa volta, in seguito al rapimento di Patti, le affermazioni di Dean sono molto più dirette e meno misteriose: “Sono partito per quest’avventura pensando di poter contare su una guida forte e decisa. Ma adesso, così all’improvviso, il leader è scomparso. E l’uomo che in questo momento è nel suo corpo chiaramente non sa cosa stia succedendo lì dentro.” Dopo aver capito che Kevin non solo non ha nessun ricordo di aver rapito Patti, ma non ne capisce neanche il motivo, l’uomo misterioso gli dice di andare a dormire in modo da svegliare l’altro Kevin.

    La puntata si conclude inoltre con un altro fatto interessante: anche Dean parla con qualcuno che noi non riusciamo a vedere.

  2. Nel quinto episodio della prima serie (Gladys) una donna membro dei Colpevoli Sopravvissuti viene lapidata da alcuni uomini mascherati e vestiti di nero. In Cairo scopriremo che sono gli stessi C.S. a lapidare i propri membri, per far sì che diventino testimonianze viventi e nessuno si scordi mai più di loro. In seguito alla lapidazione di Gladys, vediamo Kevin svegliarsi di soprassalto con ancora i jeans addosso, come se avesse passato di nuovo la notte fuori senza ricordarsene.
  3. L’allarme. Kevin, in seguito alla lapidazione di Gladys, installa un allarme, per evitare che qualcuno entri in casa. Nel corso dell’episodio, lo vediamo più volte alzarsi alla mattina e trovare l’allarme disattivato, incolpando Jill. E se invece fosse stato lui stesso a disattivare l’allarme per uscire nel cuore della notte senza poi riattivarlo una volta tornato a casa?
  4. Le camicie. Sempre nel quinto episodio, vediamo Kevin aprire l’armadio e trovarlo vuoto: tutte le sue camicie bianche sono scomparse. Il fatto che proprio gli indumenti bianchi fossero spariti dal suo armadio mi aveva insospettita parecchio e il sospetto si è fatto sempre più forte durante la scenata di Kevin in lavanderia. Dopo aver avuto una reazione decisamente esagerata e violenta con il gestore della lavanderia per una cosa così piccola come la perdita di alcuni vestiti, Kevin accetta dal commesso delle camicie che non sono palesemente le sue. Come ben sappiamo, quelle che sta cercando sono parte dell’uniforme della polizia, mentre quelle che gli vengono consegnate sono normalissime camicie bianche, senza il logo di mapleton sul braccio. Questo mi ha fatto pensare che dentro di sè Kevin sapesse cosa stava succedendo, ma stesse cercando di negarlo a sè stesso a tutti i costi. Nell’ottavo episodio, Cairo, scopriremo che le sue camicie sono appese in cerchio sugli alberi di un boschetto poco lontano dalla baita dove ha portato Patti dopo averla rapita.
    Leftovervs-850x560
  5. Durante il corso della prima serie Kevin fa alcuni sogni bizzarri: nel primo si trova nel bosco insieme a Aimee e Dean e li osserva sparare a una persona vestita di bianco. Nel secondo, il furgone di Dean (o il suo) è pieno di cadaveri di Colpevoli Sopravvissuti.

SECONDA SERIE:

  1. Nella seconda serie le cose per Kevin si mettono sempre peggio. Patti lo segue dappertutto e la sua famiglia sta andando di nuovo in pezzi. Nell’episodio International Assassin ci sono tanti piccoli dettagli che hanno rafforzato la mia teoria.
    “Prima decidi chi sei, e poi vestiti di conseguenza”. Questo recita la targhetta affissa sull’armadio del misterioso Hotel. All’interno di esso vediamo appesa anche la divisa di Kevin, ma non è questa che sceglie di indossare e non è il capo della polizia che sceglie si essere. In quest’episodio Kevin sceglie di essere un assassino. È proprio qui che la sua seconda personalità acquisisce un nome, quello di Kevin Harvey.
  2.  Il colloquio con Gladys, che in questo mondo è l’assistente di Patti Levin, che invece è candidata a presidentessa degli Stati Uniti. Durante il colloquio Kevin viene sottoposto al test della macchina della verità. Ogni volta che mente si accende una lucina rossa. Alla domanda “perchè fumi?” Kevin risponde di avere una dipendenza alla nicotina, e la lucina si accende. Al secondo tentativo la risposta è chiara e non lascia spazio a interpretazioni: “Fumo per ricordarmi che il mondo è finito il 14 ottobre“, e la luce non si accende. Questa frase racchiude in sè il credo dei Colpevoli Sopravvissuti e Kevin sembra essere stupito quanto noi di scoprire che questo è quello in cui anche lui crede davvero.
  3.  Quando Kevin viene portato al colloquio con Patti, incrocia nel corridoio un uomo incappucciato che indossa la sua divisa da poliziotto. Questo potrebbe essere simbolicamente l’assassino Kevin Harvey che sovrasta il poliziotto Kevin Garvey.
  4. Ultimo punto, ma non meno importante. Nell’altro mondo, quello dell’hotel, Kevin non è una persona qualunque, bensì il finanziatore principale del progetto di Patti Levin, che si candida a presidentessa degli Stati Uniti per “distruggere le famiglie. Sia che questo mondo sia fittizio e frutto della mente di Kevin, sia che si tratti del suo purgatorio o inferno personale o della realtà, i fatti non mentono: Kevin Harvey crede in Patti Levin e la aiuta nel suo progetto.

Tutto questo potrebbe anche spiegare il motivo per cui Kevin è costretto a tornare all’hotel una seconda volta: per riappropriarsi della sua identità perduta. Nel suo secondo viaggio all’altro mondo Kevin sceglie infatti di interpretare sè stesso, il capo della polizia di Mapleton e di cantare in onore della famiglia che ha rischiato di perdere dando troppo spazio all’altro se stesso.

maxresdefault-12

Come ho già detto, le mie convinzioni e teorie si rafforzano sempre di più a ogni visione. Nonostante questo, spero vivamente di avere torto. Se avessi ragione, allora le conseguenze per Kevin quali sarebbero? Se davvero fosse un membro dei Colpevoli Sopravvissuti, magari uno di quelli vestiti di nero con l’incarico di lapidare i propri fratelli.. come reagirebbe una volta appresa questa terribile realtà? Se Kevin capisse che dentro di sè è cresciuto qualcosa che va contro tutti i suoi ideali e che ha reso vani tutti i suoi sforzi.. riuscirebbe a sopportarlo e a vivere con questo peso? E se quel qualcosa è davvero il suo alterego, Kevin Harvey, dobbiamo aspettarci di rivederlo? O è rimasto nell’hotel, chiuso  in quell’armadio insieme al vestito dell’assassino?

The Leftovers – La prima foto della terza serie!

Ciao a tutti! L’attrice Carrie Coon ha appena pubblicato la primissima foto scattata sul set e rappresentante una scena della terza serie di The Leftovers.

Cuddle time with Kevin & Nora @TheLeftoversHBO
‪#‎Season3‬”

13445673_828304507300990_5146502626327818552_n

Di nuovo rispetto alla serie precedente notiamo solamente la lunga barba di Kevin, e il braccio ingessato di Nora. Dalla seconda foto (in basso), vediamo invece che la scena è stata girata a Miracle, nella camera da letto dei nostri Garvey. Speriamo di ricevere qualche notizia in più a riguardo nei prossimi giorni. Nel frattempo continuiamo a “ripassare” gli episodi passati in modo da non farci cogliere impreparati dalle meravigliose assurdità che Damon Lindelof avrà in serbo per noi. 🙂 Ottobre arriva in fretta!!

13412891_1750317031873051_1360504230374020159_n