Game Of Thrones – Chi vorresti sul trono di spade? Il cast risponde

Game-of-Thrones-Characters_01Ciao a tutti! Venerdì il cast di Game Of Thrones ha partecipato al Comic-On. Ecco le risponste di ognuno di loro alla domanda “Chi siederà sul Trono di Spade alla fine dello show?“. Buona lettura! 😎

Miguel Saponik (regista): “Mi piacerebbe molto che tutti condividessero il trono. Ma non credo che succederà.”

Liam Cunningham (Ser Davos): “L’unico indizio che abbiamo avuto è il fatto che George R.R. Martin ha detto che il finale sarà “dolce e amaro”, quindi non sappiamo molto. Conoscendo le menti squilibrate con cui abbiamo a che fare… Mi immagino un Estraneo seduto sul trono di spade. Il Re della notte che si fuma un sigaro con le gambe incrociate.”

John Bradley-West (Samwell Tarly): “E’ difficile… E se ho ragione e in futuro qualcuno tornasse a quello che sto per dire e lo prendesse come uno spoiler? Per essere leale dirò.. Jon. Ma solo perchè questo significherebbe anche anche io ci sarò fino alla fine.”

Nathalie Emmanuel (Missandei): “Anche io, sempre per il motivo della lealtà, vorrei dire Daenerys. E’ una brava ragazza, a volte può essere molto feroce, ma solo perché ha a cuore la sua gente… Ma allo stesso tempo sono anche molto emozionata per il fatto che gli Stark sono di nuovo tutti insieme, quindi.. Chissà?”

Conleth Hill (Lord Varys): “Io lo so, ma non posso dirlo.”

Sophie Turner (Sansa Stark): “Penso che vorrei Ditocorto sul trono [la folla bisbiglia]. Credo solo che sarebbe divertente, strambo, un po’ sadico. Ci piace questo genere di cose, dai! Tutti noi guardiamo Game Of Thrones!”

Iwan Rheon (Ramsay Bolton): “Io fonderei il Trono di Spade e sceglierei la democrazia. [la folla esulta]

Faye Marsay (Waif): “Probabilmente Arya, perché se non dicessi così probabilmente Maisie Williams mi percuoterebbe con un bastone.”

Isaac Hempstead Wright (Bran Stark): “Credo che dovrebbero esserci tutti e quattro gli Stark… Con Bran seduto nell’angolo con un Albero.”

Kristian Nairn (Hodor): “Credo che alla fine dello show il trono non sarà così importante, credo che ci sarà un’enorme battaglia tra il Re della Notte e Daenerys.. Credo che Westeros di meriti qualcuno con un grande onore e una grande integrità, quindi Brienne sarebbe perfetta.” [la folla esulta e si alza in piedi]

Game Of Thrones – Intervista a Natalie Dormer (Margaery)

 natalie_dormer_margaery
Ciao a tutti! Eccovi un’intervista a Natalie Dormer, che interpreta la regina Margaery in Game Of Thrones! Non leggete se non siete in pari con gli episodi, l’intervista potrebbe contenere spoiler. 🙂

HBO: Cos’hai pensato quando hai letto per la prima volta i copioni della sesta stagione? 

Natalie Dormer: Riceviamo tutti i copioni insieme, il che è fantastico. Ho letto la scena ad Approdo del Re per capire cosa stesse succedendo nella capitale, ma ho preferito non leggere le storyline degli altri personaggi. Ho guardato la prima stagione da fan, e negli ultimi anni ho cercato di aggrapparmi di nuovo a quella sensazione – così ogni domenica sera è una vera e propria esperienza, proprio come succede a tutti gli altri fan dello show.

HBO: Qual è la cosa che proprio non ti aspettavi che succedesse? 

Natalie Dormer: Sono sollevata dal fatto che finalmente abbiano parlato della madre di Jon, perchè condividevo quella teoria da molto tempo ormai. Io e Sophie (Turner, Sansa) siamo amiche da un po’ di anni e mi piace molto vedere come si evolve il suo personaggio e in che direzione procede la sua drammatica storia che l’ha portata a essere una donna forte in grado di prendere parte al gioco.  Quando nel nono episodio ho visto comparire i Cavalieri della Valle da dietro la collina ho urlato e ho iniziato a saltare sul divano. Inoltre, Rory McCann è un bravo ragazzo ed è stata una grandissima gioia assistere al ritorno del Mastino.

Continue reading “Game Of Thrones – Intervista a Natalie Dormer (Margaery)”

Game Of Thrones – Intervista a Dean-Charles Chapman (Tommen)

Tommens-Coronation

Ciao a tutti! Eccovi una bellissima intervista rilasciata per il sito Making Game Of Thrones  a Dean-Charles Chapman, il nostro Tommen.

HBO: Quando hai scoperto che questa sarebbe stata la tua ultima stagione di Game Of Thrones?

Dean-Charles Chapman: Il giorno prima della lettura del copione ho ricevuto una telefonata dal David Benioff e Dan Weiss (creatori dello show). Deve essere difficile per loro comunicare a qualcuno che il suo personaggio deve morire, ma sono stati comunque molto gentili. Non mi hanno detto molto. All’inizio ero veramente abbattuto, ma alla fine la cosa che mi importa veramente è aver fatto parte di uno show così meraviglioso.

HBO: La morte di Tommen è stata tranquilla e silenziosa. In che modo hai affrontato questa scena?

Dean-Charles Chapman: Abbiamo provato a girare alcune diverse versioni. Quella che abbiamo deciso di tenere è molto più forte di un ipotetico Tommen che piange e viene divorato da rabbia, disperazione e desiderio di vendetta. La sua priorità – sua moglie – era in quel tempio. Sa che i giochi sono finiti per lui. Il gesto di togliersi la corona prima di uccidersi simboleggia la sua sconfitta.

HBO: Eri sorpreso dalla decisione di Tommen di cambiare le regole per il processo di Cersei?

Dean-Charles Chapman: Ero veramente sconvolto! Credo che Tommen sapesse che sua madre stava architettando qualcosa per riuscire a evitare il processo, ma non credo che immaginasse niente del genere. Non credo che avesse neanche preso in considerazione l’idea che Margaery potesse morire. No.

HBO: Parlando del processo… La lealtà di Tommen sarebbe stata rivolta a Margaery o a Cersei?

Dean-Charles Chapman: Tommen si lascia manipolare praticamente da chiunque, ma credo che la sua lealtà fosse rivolta a entrambe. Ama sua madre, ma d’altro canto Margaery è sua moglie – è bellissima e lui la ama. Non avrebbe potuto scegliere tra loro due.

HBO: Tommen era veramente stato indottrinato dall’Alto Passero?

Dean-Charles Chapman: All’inizio credo che sapesse che l’Alto Passero non è qualcuno di cui ti puoi fidare ciecamente. Ma come ho già detto, Tommen è facilmente manipolabile da chiunque, e quindi si è lasciato trascinare dalle parole dell’Alto Passero. Non credo che gli piacesse come persona, credo piuttosto che fosse convinto che seguendolo le cose si sarebbero concluse nel migliore dei modi. Nessuno sarebbe più morto e tutti sarebbero andati d’accordo. Se non puoi battere il tuo nemico devi unirti a lui e sperare per il meglio. Continue reading “Game Of Thrones – Intervista a Dean-Charles Chapman (Tommen)”

Game Of Thrones – Intervista a Bella Ramsey (Lyanna Mormont)

Lyanna-Mormont-GoT-607-The-Broken-Man-810x456

Ciao a tutti! Eccovi una bellissima intervista direttamente dal sito Making Game Of  Thrones a Bella Ramsey, la bravissima attrice di soli dodici anni che ha interpratato Lyanna Mormont nella sesta stagione di Game Of Thrones.

HBO: Cos’hai pensato di Lyanna la prima volta che hai letto il copione?

Bella Ramsey: Ho pensato “questo è un personaggio in cui posso immergermi completamente”. Lyanna  è molto determinata quando si parla di quello in cui crede, e quello che vuole è proteggere la sua famiglia e la sua isola. Vuole essere trattata come un’adulta. È forte e decisa quando deve esserlo e vuole il meglio per la sua casa e per tutto il Nord.

HBO: I fan amano Lyanna! Cosa pensi della loro reazione?

Bella Ramsey: È incredibile, davvero. non mi aspettavo niente del genere. Sono molto, molto felice che le persone amino Lyanna Mormont. Per un po’ di tempo ho dovuto mantenere il silenzio sul fatto di avere una parte in Game Of Thrones, e ora che gli episodi sono finalmente usciti i miei genitori sono stati contattati da un sacco di persone che conosciamo, stupite ed emozionate per avermi vista in televisione!

HBO: Avevi già visto lo show prima di iniziare a girare le scene in cui sei presente?

Bella Ramsey: Quando ho saputo di avere la parte mi è stato concesso di vedere alcuni piccoli riassunti. Io ero molto interessata a vedere la scena della quinta stagione dove Stannis riceve la lettera di Lyanna.

lyanna_mormont_letter

HBO: Come ti approcci alle scene che devi girare? 

Bella Ramsey: Prima di tutto leggo l’intera scena dal copione, senza concentrarmi necessariamente sulle mie battute, ma sull’intera scena. Credo che sia importante capire cosa sta succedendo nella scena, prima di entrare nel personaggio e iniziare a studiare le mie battute.

Continue reading “Game Of Thrones – Intervista a Bella Ramsey (Lyanna Mormont)”

Game Of Thrones SPOILER: Intervista tradotta al bastardo Ramsay (Iwan Rehon)

Actor-Iwan-Rheon-playing-Ramsay-Bolton-on-the-HBO-series-Game-of-Thrones-Screenshot-800x430

Ciao a tutti! Il sito Watching Game of Thrones ha pubblicato una bella intervista al bravissimo Iwan Rehon, che nella serie recita nella parte del Bastardo Ramsay Bolton. Ve la proponiamo qui tradotta in italiano. Sentite che ha da dire!

OVVIAMENTE SONO PRESENTI SPOILER in quantità industriali! Meglio aver visto quindi l’ultimo episodio 6×9 prima di continuare a leggere! 🙂

HBO: Cos’hai pensato quando hai letto per la prima volta la storyline di Ramsay per questa stagione?

Iwan Rehon: Ho pensato che fosse un buon arco narrativo. In termini di continuità della storia generale di Game Of Thrones, penso sia giusto che Jon Snow vinca e che Winterfell ritorni finalmente agli Starks. E’ un peccato che io me ne vada, ma si è conclusa bene.

HBO: Che cosa significava Grande Inverno per Ramsay?

IR: E’ ciò che ha voluto tutta la sua vita – essere riconosciuto come un legittimo erede. E’ una cosa che condivide con Jon Snow. Lui ha avuto un senso nel mondo; non è più solo un bastardo. Questo, e il conferimento di potere che gli ha dato conquistare Grande Inverno, è ciò che lui ha sempre desiderato ardentemente.

HBO: Pensi che Ramsay avesse un obiettivo generale più ampio?

IR: Aveva un piano generale, ma lo cambiava sempre. Persino uccidere suo padre è stato dettato dall’istinto. Ovviamente, aveva pensato che l’idea di un erede maschio legittimo sarebbe stato un problema, ma ha reagito sul momento. Governare Grande Inverno è stato il suo apice. Penso che realisticamente più in là di così non poteva spingersi: Guardiano del Nord. E c’è riuscito piuttosto agevolmente, se pensiamo che un paio di stagioni fa era in un sotterraneo con Reek.

HBO: Desideravi avere ancora una scena con Theon?

IR: E’ stata una stagione molto strana senza fare scene con Alfie (Allen, che interpreta Theon), perché siamo stati sempre insieme. Sarebbe stato bello vederlo un’ultima volta, ma purtroppo il viaggio di Theon è andato in una direzione diversa.

HBO: L’anno scorso dicesti di volere una scena con Jon: speravi che fosse quella della battaglia?

IR: Sì, sono stato molto felice di farla. Ci sono delle interessanti dinamiche tra di loro, perché sono le antitesi l’uno dell’altro. Due mondi che collidono.

HBO: Qual è il tuo momento preferito dell’episodio?

IR: La scena del dialogo a cavallo tra Ramsay e Jon. E’ una scena scritta divinamente. E’ stato bello essere in sella ai cavalli in quel campo; una scena stupenda da girare.

HBO: Ramsay sembra divertirsi molto in quella scena; stava prendendo le minacce seriamente?

IR: No, non le sta prendendo sul serio per niente. Lui sa di avere Grande Inverno e un esercito molto più grosso, e quindi cerca solo di irritare Jon Snow. Ha tutta la situazione in suo potere.

Ramsaysheepish

HBO: Che cosa pensa quando Sansa gli dice che lui morirà?

IR: Rimane un po’ spiazzato perché si sta godendo la sua superiorità e lei lo colpisce proprio quando è più sicuro. Nella sua testa, lui è questa potente figura che la sovrasta, ma ora che lei è libera, può vedere la sua forza. E’ abbastanza impressionato. Ramsay adora essere al comando, ma gli piace quando le persone gli si oppongono. Sta pensando, “oh, le è rimastato un po’ di spirito!”.

HBO: Com’è stato girare la battaglia?

IR: E’ stata una scena gigantesca da girare, molto divertente. Ma la maggior parte della battaglia per me è stata stare sul cavallo non molto sicuro di cosa stessi guardando, perché è stato girato tutto separatamente. E’ stato emozionante essere sul set con tutti quei meravigliosi attori – i rispettivi eserciti – sembrava di essere in guerra. Tra una ripresa e l’altra c’era un gruppo di ragazzi stesi per terra con le loro spade, le loro armature e scudi, che usavano gli elmetti come cuscini. E’ stata un’esperienza proprio surreale.

HBO: Quando Ramsay si ritira verso Grande Inverno pensa di avere perso?

IR: E’ più irritato dal fatto che il suo meraviglioso piano non ha funzionato. Ma anche in quel momento, è così arrogante che crede che tutto si sistemerà. Ripone un’enorme fiducia in sè stesso. Quando il portone comincia a cedere, inizia a realizzare, “Bene, è finita, ma me ne andrò nel modo che decido io”. Quando tira frecce a Jon Snow, sa che sta per morire, ma non gli importa molto.

HBO: Sei bravo con arco e frecce?

IR: Non sono male, ho fatto un po’ di lezioni, ma non così bravo come Ramsay.

HBO: Nel nostro video commentato dal cast, hai detto di aver preso un po’ di pugni qualche volta.

IR: E’ vero, sì. Pochi leggeri colpi. Per come la vedo io, se non vieni colpito almeno un paio di volte durante la scena, non la stai facendo correttamente.

HBO: Ramsay rimane colpito quando Sansa gli dice che lui “svanirà”?

IR: Non credo che stia davvero comprendendo che la gente smetterà di parlare di lui per sempre. Nella sua testa, lui ha posto un marchio su di lei.

HBO: E’ quello che intende, quando le dice “Non puoi uccidermi, ormai sono parte di te”?

IR: Sì, è davvero perverso, ma credo che abbia ragione. Lui l’ha spezzata in una maniera molto pesante, ma per fortuna, lei ha ritrovato la sua forza. E’ bello avere un altro forte personaggio femminile nello show.

HBO: Ti è sembrata una morte appropriata?

IR: Parla sempre dei suoi cani, quindi penso che il destino gli abbia riservato un po’ di senso dell’umorismo. E’ una giusta, raccapricciante, orribile fine per un orribile personaggio. Mi piace sapere che non è morto nel sonno o qualcosa di simile – se ne va con il botto.

BOTTA E RISPOSTA:

HBO: Se fossi il Re, chi sceglieresti come Primo Cavaliere?

IR: Be’, penso che Ramsay amerebbe riavere Reek come suo Primo Cavaliere. Se invece io fossi il Re vorrei avere Jon Snow; è un uomo d’onore.

HBO: Se potessi possedere e controllare un personaggio, chi sceglieresti?

IR: Drogon.

HBO: Scegli il tuo super-cattivo di GoT: Ramsay, Joffrey, o il Re della Notte?

IR: Ramsay è abbastanza quotato, ma credo che il Re Della Notte debba essere il super-cattivo.

Un personaggio bastardissimo che sicuramente mancherà nei prossimi episodi e nel prosieguo della storia. Personalmente, avrei inflitto a quel bastardo ancora un po’ di pestaggi selvaggi, prima di farlo sbranare dai suoi cani – idea che comunque è veramente pregevole e perfetta per un personaggio così odioso e pomposo. Addio Ramsay, è stato un piacere!

35235235235

 

 

 

The Leftovers – Bellissima intervista con Ann Dowd, Patti Levin

Eccovi una bellissima intervista ad Ann Dowd (nella serie interpreta Patti Levin). Nella sua lunga chiacchierata con Gold Derby, Ann rivela tutte le sensazioni provate durante le due stagioni di The Leftovers. Dalle sue parole trapela una grandissima stima per tutti i membri del cast, in particolare per Justin Theroux (Kevin Garvey), con il quale dice di avere una grandissima intesa intellettuale grazie alla quale le scene girate insieme nella prima e nella seconda serie (Cairo, ottavo episodio della prima stagione, e International Assassin, ottavo episodio della seconda stagione) hanno acquisito una connotazione quasi romantica. Il rapporto tra i due attori si è evoluto insieme al rapporto tra i due personaggi e il risultato di quest’intesa è quasi magico.

Nell’intervista emerge quanta passione questa grandissima attrice e donna abbia messo nell’interpretare un personaggio così nuovo e fuori dal comune, un personaggio che per un’intera stagione non dice neanche una parola e si esprime a sguardi e occhiate. Ann Dowd sembra essere entrata davvero nel personaggio, sembra capire e condividere le motivazioni che l’hanno spinta ad agire come ha agito nel corso del tempo, e nell’intento di spiegarle all’intervistatore spesso si riferisce a Patti come a se stessa.

Purtroppo il viaggio di Patti Levin all’interno di The Leftovers  finisce nella seconda stagione e non avremo il piacere di rivedere Ann sul set. Speriamo di ritrovarla almeno in qualche flashback, sarebbe una piacevolissima sorpresa. 🙂

Trovate il link all’intervista QUI.