Game Of Thrones – Inizio delle riprese + possibile SPOILER su Daenerys

daenerys_drago_drogon

Ciao fan di GoT!! Gira voce che ai Titanic Studios di Belfast la produzione di Game Of Thrones stia iniziando a fare preparativi per l’inizio delle riprese della settima stagione e che alcuni attori siano già stati visti in città. Sembra inoltre che alcune scene verranno girate a Corbet Banbridge, già utilizzata in precedenza per le riprese a Delta delle Acque.

Il sito Watchers on the Wall, famoso per le anticipazioni sulla serie, ha pubblicato recentemente la notizia secondo cui Daenerys visiterà La Fossa dei Draghi ad Approdo del Re (click qui per approfondire) e che la location scelta per queste riprese sarà Italica, un’antica città spagnola situata nei pressi di Siviglia.

Inoltre, pare che stiano iniziando anche le riprese in Irlanda Del Nord, poichè proprio in questi giorni la produzione sta cercando alcune comparse per i giorni tra il 4 e il 9 Settembre.

Che dire? Anche se lentamente, stiamo entrando sempre più nel vivo della settima stagione.. E con una reazione come quella di Maisie Williams alla lettura del copione non possiamo che aspettarci qualcosa di spettacolare!

maisie_williams_tweet
– appena finito di leggere il copione della settima stagione – le cose iniziano a diventare REALI – fossi in voi inizierei a prepararmi psicologicamente – lasciate perdere, niente può aiutarvi a prepararvi per questo

Game Of Thrones – Williams, Headey e Cunnigham raccontano il viaggio in Grecia

Greece+Migrants+Game+_Robe070116

Ciao a tutti! Eccovi finalmente il video documentario realizzato da International Rescue Committee dove Maisie Williams, Lena Headey e Liam Cunnigham (Arya, Cersei e Ser Davos nello show)  ci raccontano la loro esperienza durante il loro viaggio in Grecia. I tre attori hanno infatti trascorso diversi giorni in alcuni campi di rifugiati siriani situati sull’isola di Lesbo. Il documentario vuole essere un appello ai leader dell’Unione Europea per fare qualcosa di più per queste 57.000 persone la cui vita è stata completamente sconvolta.

“Queste persone sono intelligenti e hanno sempre lavorato duro. Vogliono solo andare a casa. Vogliono solo tornare alla loro vita di sempre, ai loro quartieri” – ha detto Lena Headey in una delle interviste – “Vogliono che i loro figli riprendano gli studi che hanno interrotto, che riprendano l’università, ma sono bloccati. Sono bloccati qui. E questo è infinitamente triste. Possiamo fare di più per loro. Dobbiamo fare di più.”

Io penso ai bambini… bambini con così tanto potenziale, così tanti sogni e speranze” ha aggiunto Maisie Williams – “E’ l’umanità che rende accettabile che loro marciscano in un campo rifugiati?

Questa non è una situazione creata da un terremoto, o da uno tsunami. Questa è una crisi creata dall’uomo” ha detto Liam Cunnigham.

Eccovi il video intero del documentario e il link per fare una donazione per aiutare queste persone (click).

Game Of Thrones – Il cast visita un campo rifugiati in Grecia

ser_davos_cersei_arya

“Sono sbarcati sull’isola di Lesbo per visitare il campo profughi di Kara Tepe, i tre protagonisti di Game of Thrones, Il trono di spade, la fortunata serie tv che ha incollato milioni di spettatori allo schermo. Una missione umanitaria per chiedere all’Europa di fare di più per chi è rimasto bloccato in Grecia dopo l’accordo Europa-Turchia e la chiusura delle frontiere”

Lena Headey, Maisie Williams e Liam Cunningham, che nella serie tv interpretano rispettivamente Cersei Lannister, Arya Stark e Ser Davos Seaworth, hanno fatto visita al campo rifugiati di Kara Tepe sull’isola di Lesbo con la speranza di riuscire a mostrare al mondo le condizioni di vita a cui sono costretti i 3,331 profughi rimasti bloccati sull’isolain seguito  all’accordo Europa-Turchia. La campagna è stata chiamata “Rescure Has No Boundaries” (in italiano “l’aiuto non ha confini”). Si tratta di una missione umanitaria realizzata dal cast di Game Of Thrones in partnership con l’International Rescue Committee (IRC), pensata per sensibilizzare il pubblico all’importanza degli aiuti umanitari ai milioni di rifugiati nel mondo.

Queste persone vogliono solo continuare a mandare i propri figli a scuola. Vogliono andare all’università, e sono bloccate. Bloccate. Sono disperati, comprensibilmente. Possiamo fare di più, dobbiamo fare di più.” Ha affermato Lena Headey, che, nonostante gli esiti del referendum è britannica), da europea, insieme ai colleghi ha chiesto formalmente all’UE di fare di più per chi è rimasto bloccato in Grecia, senza prospettive concrete. “Ci sono persone in questi campi che sono oncologi, giudici, gente di successo a cui è stato tolto tutto. Non si tratta di un terremoto. Non è uno tsunami. Questa è una crisi creata dagli uomini.” Ha dichiarato Liam Cunningham. “57mila persone sono bloccate in Grecia. Dei campi rifugiati in Europa? E’ davvero questo lo standard che vogliono adottare i leader europei per affrontare la crisi rifugiati? Vorrei portarli di forza in questo posto e dirgli “ecco, guardate cos’avete fatto”.